martedì 4 novembre 2014

MATTEO RENZI: PER LE CENE DEL 6 E 7 NOVEMBRE 2014: portate 500 finanziatori da mille euro

Ero alquanto dubbioso se questa notizia potesse valere un'articolo, ma poi riflettendoci bene ho fatto dei paragoni non troppo lontani con l'Argentina pre- dittatura, quando il Gruppo Conservatore organizzava cene per finanziare il partito in vista delle Elezioni Presidenziali.
A quelle cene parteciparono grandi finanziatori sia Argentini che Americani. Temo che anche con le "ultime cene di MatteoRenzi" potrà accadere anche questo. Chi saranno i partecipanti a queste due cene? Sicuramente una buona parte di Confindustria il nuovo/vecchio alleato di Renzi, rappresentanti del mondo bancario e delle multinazionali, nonchè una nutrita schiera di arrampicatori sociali Milanesi e Romani.
 Sondaggio Euro

Con una mail interna agli esponenti locali e nazionali del PD MatteoRenzi, anzi la sua Segreteria ricorda che nel giorni del 6 e 7 Novembre  si terranno le prime due cene del Pd, per la raccolta fondi a Milano e a Roma. I parlamentari devono trovare cinque persone che pagheranno per una cena ancora top secret, ma che da alcune indiscrezioni sembra che verrà celebrata a Milano nel Locale The Mall nel quartiere ultra-glam di Porta Nuova Varesina. 
I posti saranno 500 per ognuna delle due cene. I contribuenti verranno poi inseriti in una lista trasparente, un biglietto da visita sul tavolo di Renzi. Importante, ma "caro", ogni posto costa mille euro.

Ora capite bene che quando un finanziere, un'industriale, un'Amministratore di una Banca partecipa ad una cena simile, non si limita a pagare 1.000 € solamente, ma grazie al privilegio di essere seduto nella stessa sala con Renzi, potrà e sicuramente lo farà, avere un accesso privilegiato alla sua Segreteria che sarà in possesso del suo biglietto da visita.
E sapete chi è l'organizzatore, l'eminenza grigia che ha organizzato questo evento, come del resto le cene delle primarie del PD di Renzi? E' il Finanziere Davide Serra, si proprio lui, quello che alla Leopolda di Firenze auspicava la limitazione al diritto di sciopero.
Non vi ricordano niente questi scenari? E se lo scandalo del finanziamento pubblico ai partiti non fosse che una "casus belli" per avvantaggiare il nuovo sistema di finanziamento privato all'Americana di cui Renzi e buona parte del PD è così devoto ed ossequioso? 
Articolo di Stefano Becciolini © del 05/11/2014

Post segnalato su G+